Statuto

STATUTO
DEL
CLUB TRIESTINO FERMODELLISTI MITTELEUROPA

Premessa

Sentita la necessità di riunire in Associazione gli appassionati delle Ferrovie Mitteleuropee, nella fase storica dell’unificazione dei Paesi di quest’area, con il fine di soddisfare le esigenze Socio-culturali degli amatori del settore, Trieste ne è la Sede ideale, sia per cultura e collocazione geografica, che per tradizione e prospettive future, in quanto importante centro europeo e strategico punto d’incontro internazionale;
Rilevato che l’hobby del fermodellismo rappresenta una realtà complessa che necessita della collaborazione di una pluralità di persone, alcune delle quali specializzate o inclini a particolari lavorazioni specialistiche a carattere tecnico o artistico;
Constatato inoltre che il solo fatto di offrire l’opportunità di circondarsi di nuove amicizie, animate dagli stessi ideali costituisce un importante risultato;

Tutto ciò premesso, è stato costituito il

CLUB TRIESTINO FERMODELLISTI MITTELEUROPA

di cui si espone il seguente nuovo Statuto.

Art. 1 – Principi generali

1.1 Il CLUB TRIESTINO FERMODELLISTI MITTELEUROPA (d’ora in poi indicato FERCLUB) è un’Associazione di volontariato senza fini di lucro che ha per obiettivo la divulgazione del fermodellismo con particolare riguardo alle Ferrovie dell’Unione Europea e a quelle comunque confinanti con il territorio italiano.

1.2 La Sede legale del FERCLUB è in Trieste.

1.3 Il FERCLUB si prefigge lo scopo di realizzare diverse attività. Tra queste, le più importanti sono:

  • realizzazione di un grande impianto da esposizione
  • costruzione di diorami sia operativi che non
  • scambio di materiale fermodellistico
  • creazione e mantenimento di una biblioteca, emeroteca e videoteca a soggetto ferroviario
  • allestimento di mostre specializzate di modelli e plastici ferroviari
  • autocostruzione di materiale fermodellistico
  • visite ad esposizioni e complessi industriali del settore
  • partecipazione a mostre, rassegne e seminari
  • organizzazione di corsi specializzati di modellismo ferroviario
  • collaborazione con analoghe associazioni sia italiane che di altri paesi, comprendendo anche visite scambio
  • collaborazioni con le riviste specializzate
  • produzione di audiovisivi
  • contatti con le Ferrovie sia private che statali di tutta Europa
  • viaggi-studio culturali con le “Ferrovie Turistiche e Storiche”
  • studio e sviluppo dell’informatica applicata al fermodellismo
  • quant’altro l’iniziativa e la fantasia dei Soci potrà proporre e realizzare.

1.4 Alle suddette attività possono partecipare i Soci (con le eventuali limitazioni per alcune attività previste dal Regolamento), gli aderenti ad altri Club, gli operatori del settore in genere e quant’altri saranno invitati dal FERCLUB.

1.5 L’attività del FERCLUB, con la collaborazione e l’apporto economico dei Soci, concorrerà ad una sempre maggiore divulgazione del fermodellismo.

1.6 Il FERCLUB è un’Associazione libera e democratica di amici uniti dallo stesso ideale, e non fa distinzione di etnia, nazionalità, gruppo linguistico e scelte politiche, di vita e di fede dei Soci.

1.7 I Soci del FERCLUB prestano la loro opera in modo volontaristico, gratuito, e con fini di solidarietà quando le situazioni di altri Soci in difficoltà lo richiedano.

1.8 Tutte le cariche sociali non sono retribuite, e vengono esclusi rapporti di lavoro autonomo o subordinato od altri rapporti economici o patrimoniali con i Soci.

1.9 A coloro che ricoprono incarichi o svolgono servizi, possono essere rimborsate secondo i criteri stabiliti dal Consiglio Direttivo, solo le spese effettivamente documentate ed indispensabilmente sostenute per l’attività prestata.

1.10 Per raggiungere meglio i fini statutari, il FERCLUB potrà organizzare le varie attività anche con la collaborazione di altre Associazioni che perseguono finalità ed obiettivi conformi al presente Statuto.

1.11 Il FERCLUB, in ragione dei propri fini, esclude qualsiasi forma di propaganda e partecipazione politica.

1.12 Il FERCLUB ritiene auspicabile l’adesione e/o l’eventuale affiliazione alle Federazioni del settore e alle Associazioni Italiane e/o Internazionali che si interessano e promuovono le attività legate al Tempo Libero, alla Cultura, al Turismo e ai Trasporti Ferroviari in genere.

Art. 2 – Patrimonio e mezzi

2.1 Per l’attuazione delle sue finalità, il FERCLUB può disporre:

  1. a) di beni mobili ed immobili;
  2. b) delle quote associative;
  3. c) dei materiali ed attrezzature offerti in uso a qualsiasi titolo dai Soci, da operatori o da terzi;
  4. d) degli eventuali residui derivanti dalle manifestazioni ed attività statutarie;
  5. e) dei contributi che sotto qualsiasi titolo o forma vengano erogati dai Soci, dalle Istituzioni ed Enti sia pubblici che privati, da imprese, da privati sostenitori, ecc.;

f) di lasciti e donazioni;

  1. g) di rimborsi e contributi derivanti da convenzioni;
  2. h) di entrate da attività marginali.

Art. 3 – Anno Sociale

3.1 L’Anno Sociale inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

Art. 4 – Adesioni

4.1 Possono aderire al FERCLUB tutti gli interessati al fermodellismo, salvo le limitazioni eventualmente previste dal Regolamento.

4.2 Fanno parte del FERCLUB le seguenti categorie di Soci:

  1. a) Soci Ordinari;
  2. b) Soci Sostenitori;
  3. c) Soci Onorari;
  4. d) Soci Simpatizzanti.

Art. 5 – Diritti e doveri dei Soci

5.1 Tutti gli aspiranti Soci, sottoscrivendo la domanda di ammissione, non solo acquisiranno tutti i diritti previsti dalla categoria di Socio per la quale chiedono l’iscrizione, ma accetteranno anche gli obblighi previsti dallo Statuto e dal Regolamento.

5.2 Tutti i Soci accettati si assumono ogni responsabilità derivante dalla partecipazione alle attività sia interne che al di fuori della Sede. Pertanto alcuna colpa o dolo potrà essere attribuita ai dirigenti e tanto meno potrà essere richiesto alcun indennizzo per eventuali danni subiti durante od in conseguenza delle attività.

5.3 Tutti i Soci possono usufruire dei beni e delle attrezzature del FERCLUB. Inoltre possono utilizzare i propri rotabili sui plastici sociali di proprietà del FERCLUB nonché mettere a disposizione del FERCLUB i propri mezzi, attrezzature o altro. Di tutti i beni di proprietà dei singoli Soci, viene tenuto, a cura del Consiglio Direttivo, un apposito inventario allo scopo di poterli restituire in qualsiasi momento.

5.4 In caso di mancato versamento della quota prevista, sono sospesi la qualifica di Socio e tutti i relativi diritti, sino all’avvenuto versamento della quota medesima.

5.5 I Soci Ordinari possono usufruire pienamente di tutti i servizi e le opportunità offerte dal FERCLUB.

5.6 I Soci Sostenitori sono quei Soci Ordinari che maggiormente contribuiscono con contributi finanziari o in materiali a sostenere il FERCLUB.

5.7 I Soci Onorari sono coloro che ottengono tale qualifica essendosi particolarmente distinti nel campo del fermodellismo e/o in quello dei trasporti ferroviari. Potranno inoltre essere nominate quelle personalità che a qualsiasi titolo abbiano contribuito in maniera rilevante allo sviluppo e/o all’immagine del FERCLUB. I Soci Onorari non pagano alcun canone: possono assistere alle Assemblee Generali con diritto di parola ma senza diritto di voto.

5.8 I Soci Simpatizzanti sono coloro che, nei casi stabiliti dal Consiglio Direttivo, vengono ammessi alle attività del FERCLUB senza rientrare nelle altre categorie di Soci. La loro adesione è temporanea, o comunque limitata a particolari attività ed interessi specifici. La temporaneità viene decisa dal Consiglio Direttivo. Possono partecipare alle Assemblee senza diritto di voto.

5.9 E’ data facoltà al Consiglio Direttivo di determinare a fini promozionali quote particolari per specifiche tipologie di Soci all’interno delle categorie previste dal presente articolo.

5.10 Tutti i Soci sono tenuti a collaborare alla migliore realizzazione delle iniziative e delle attività del FERCLUB.

5.11 Su insindacabile giudizio del Consiglio Direttivo, e dopo un periodo di prova, è ammessa la possibilità di accogliere uno o più soggetti in difficoltà da affiancare in determinate attività compatibili con le loro possibilità ed aspirazioni. L’iscrizione di questi soggetti è gratuita.

Art. 6 – Organi

6.1 Sono organi del FERCLUB:

  1. a) l’Assemblea dei Soci;
  2. b) Il Consiglio Direttivo;
  3. c) Il Collegio dei Sindaci.

Art. 7 – Assemblea dei Soci

7.1 L’Assemblea è l’organo sovrano del FERCLUB ed è costituita da tutti i Soci aventi diritto e ciascuno di essi dispone di un voto.

7.2 L’Assemblea si riunisce, di norma, entro il mese di febbraio per esaminare ed approvare la relazione dell’attività svolta, ed i bilanci consuntivo e preventivo.

7.3 Ha inoltre il compito di eleggere il Consiglio Direttivo ed il Collegio dei Sindaci tra i candidati maggiorenni che risultino Soci Ordinari da almeno un anno.

7.4 L’Assemblea potrà riunirsi tutte quelle volte che il Consiglio Direttivo riterrà opportuno convocarla per ragioni di una certa importanza.

7.5 L’Assemblea potrà anche essere convocata su richiesta di almeno 1/3 dei Soci in regola con le quote sociali.

7.6 La richiesta dovrà essere presentata al Consiglio Direttivo motivandone le ragioni e con le firme dei richiedenti.

Il Consiglio Direttivo dovrà provvedere alla convocazione dell’Assemblea entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta.

7.7 Hanno diritto di partecipare alle Assemblee tutti i Soci che risultino iscritti sino al giorno della convocazione nell’apposito registro tenuto dal Segretario. Sono considerati Soci regolarmente iscritti coloro che risultino in regola con il pagamento delle quote previste.

Art. 8 – Funzionamento dell’Assemblea dei Soci

8.1 Gli avvisi di convocazione delle Assemblee dovranno essere spediti o consegnati a mano a cura del Consiglio Direttivo ai Soci almeno 15 giorni prima della riunione unitamente all’Ordine del Giorno.

8.2 Qualora nell’Ordine del Giorno figuri anche la proposta di eventuali modifiche allo Statuto, dovrà essere allegato il testo della modifica sulla quale l’Assemblea sarà chiamata ad esprimersi.

8.3 L’Assemblea Ordinaria in prima convocazione è legalmente costituita qualora siano presenti almeno la metà più uno dei Soci aventi diritto al voto; in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti. Essa delibera sia in prima che in seconda convocazione con la maggioranza dei presenti aventi diritto al voto.

8.4 Ogni Socio può essere portatore al massimo di due deleghe.

8.5 I Soci Ordinari, con semplice richiesta scritta presentata al Consiglio Direttivo entro la fine dell’Anno Sociale, possono chiedere l’inserimento nell’Ordine del Giorno di uno o più argomenti.

Art. 9 Consiglio Direttivo

9.1 Il Consiglio Direttivo è composto da 5 membri eletti dall’Assemblea, che durano in carica due anni e sono rieleggibili.

9.2 I Soci eletti che non accettino la nomina al momento della proclamazione, o in seguito rinuncino all’incarico per dimissioni, saranno sostituiti da coloro che durante l’elezione avranno ottenuto il maggior numero di voti dopo l’ultimo eletto.

9.3 Il suddetto meccanismo di successione automatica è valido per la nomina in sostituzione di soli due Consiglieri dimissionari.

9.4 Qualora per qualsiasi motivo vengano a mancare tre o più membri, il Consiglio in carica si considera automaticamente decaduto e si procede a nuove elezioni con la convocazione dell’Assemblea.

Art. 10 – Funzioni del Consiglio Direttivo

10.1 Al Consiglio Direttivo spettano la ordinaria e la straordinaria amministrazione.

10.2 Nella prima seduta del neo costituito Consiglio viene scelto fra i suoi componenti il Presidente.

10.3 Tra gli altri Consiglieri vengono distribuite le cariche di Vice Presidente, Tesoriere, Segretario e Coordinatore Organizzativo.

10.4 Qualsiasi Consigliere di volta in volta può essere delegato a svolgere determinate funzioni.

10.5 Il Consiglio Direttivo può assegnare ad altri Soci disponibili ulteriori incarichi qualora se ne presenti la necessità.

10.6 Tutte le nomine effettuate dal Consiglio Direttivo cessano automaticamente allo scadere per qualsiasi motivo del mandato del Consiglio stesso.

10.7 Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta si renda necessario.

10.8 Spetta al Consiglio Direttivo redigere e/o modificare l’eventuale Regolamento.

10.9 Il Consiglio Direttivo approva accordi, contratti, convenzioni.

10.10 Il Consiglio Direttivo redige la relazione annuale da presentare all’Assemblea per l’approvazione.

10.11 Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide con la presenza di almeno tre membri. Per le deliberazioni in caso di parità, è determinante il voto del Presidente.

10.12 Le riunioni del Consiglio Direttivo sono aperte a tutti i Soci, che possono esprimere il loro parere.

Art. 11 – Presidente

11.1 Al Presidente spetta la rappresentanza legale del FERCLUB. Può inoltre essere delegato dal Consiglio Direttivo a svolgere determinate funzioni.

11.2 In particolare il Presidente ha la facoltà di incassare e quietanzare in assenza del Tesoriere.

11.3 Spettano infine al Presidente i poteri e gli obblighi di:

  1. a) accettare e riordinare gli argomenti da trattare in ciascuna di esse, dirigerne i lavori e le discussioni;
  2. b) eseguire le deliberazioni e firmare i provvedimenti e gli atti relativi;
  3. c) compilare i bilanci consuntivi e quelli preventivi unitamente al Tesoriere, da sottoporre poi al Consiglio Direttivo e all’Assemblea per l’approvazione. Dai bilanci devono risultare i beni del FERCLUB e gli eventuali contributi o lasciti ricevuti;
  4. d) coordinare tutte le attività del FERCLUB e presiedere di norma tutti gli Organi, ad eccezione del Collegio dei Sindaci.

11.4 In relazione alle responsabilità proprie della sua carica, il Presidente può opporsi alle decisioni del Consiglio Direttivo, rinviando la decisione ad una successiva seduta da convocarsi entro i 20 gg. successivi, o convocando in casi particolarmente gravi l’Assemblea.

11.5 Se il Consiglio Direttivo o l’Assemblea deliberano il mantenimento della decisione adottata, e il Presidente non se ne ritiene sufficientemente tutelato, può dimettersi dalla carica restando però Consigliere. In caso di mancate dimissioni egli è tenuto a rendere immediatamente esecutiva la decisione.

Art. 12 – Vice Presidente

12.1 Al Vice Presidente spettano tutti gli oneri e poteri elencati nell’articolo precedente in caso di assenza o impedimento del Presidente.

Art. 13 – Tesoriere

13.1 Il Tesoriere tiene la cassa e provvede ad incassare e quietanzare; inoltre tiene costantemente aggiornata mensilmente la contabilità del FERCLUB.

13.2 Compilerà assieme al Presidente o al suo sostituto i bilanci consuntivi e preventivi e sarà corresponsabile per gli adempimenti previsti dalla Legge.

13.3 A semplice richiesta di qualsiasi Socio, il Tesoriere è tenuto a consentire la visione dei documenti contabili.

Art. 14 – Segretario

14.1 Al Segretario spettano la stesura dei verbali del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea, la tenuta del Registro dei Soci e tutte le operazioni di segreteria.

Art. 15 – Collegio dei Sindaci

15.1 Il Collegio dei Sindaci è composto da tre membri eletti dall’Assemblea, che durano in carica due anni e sono rieleggibili.

15.2 Al Collegio dei Sindaci compete il controllo su tutti gli atti di carattere amministrativo.

15.3 I Sindaci possono assistere alle sedute del Consiglio Direttivo.

15.4 Il Collegio dei Sindaci è inoltre chiamato a risolvere le eventuali controversie tra i Soci e le questioni inerenti alla loro sospensione od esclusione dalle attività del FERCLUB.

15.5 Il Collegio dei Sindaci si riunirà ogni qualvolta lo riterrà opportuno, e, in ogni caso, obbligatoriamente per esaminare il bilancio consuntivo prima che venga sottoposto all’approvazione dell’Assemblea.

Art. 16 – Ordinaria amministrazione

16.1 In caso di dimissioni o alla scadenza del mandato, tutti gli appartenenti ai vari organismi del FERCLUB rimangono in carica sino alla loro sostituzione esclusivamente per le mansioni di ordinaria amministrazione.

Art. 17 – Perdita della qualifica di Socio

17.1 La qualifica di Socio si perde:

  1. a) per volontarie dimissioni presentate per iscritto al Consiglio Direttivo;
  2. b) per morosità, qualora la quota prevista non venga versata entro 60 gg. dall’approvazione del bilancio da parte dell’Assemblea;
  1. c) per indegnità a fronte di fatti gravi, su delibera del Consiglio Direttivo, salvo eventuale ricorso al Collegio dei Sindaci.

Art. 18 – Modifiche allo Statuto o scioglimento

18.1 Le modifiche allo Statuto o lo scioglimento del FERCLUB devono essere deliberati da un’Assemblea Straordinaria appositamente convocata.

18.2 L’Assemblea Straordinaria sarà valida con la presenza dei due terzi dei Soci aventi diritto al voto. Le delibere saranno approvate con il voto favorevole dei due terzi dei presenti.

Art. 19 – Liquidazione

19.1 In caso di scioglimento del FERCLUB, i beni che eventualmente rimanessero dopo esaurita la liquidazione di ogni e qualsiasi pendenza o passività, ad eccezione di quelli di proprietà dei Soci che verranno restituiti, saranno inventariati e successivamente devoluti secondo le indicazioni dell’Assemblea allo scopo riunita, o secondo le disposizioni di Legge, ad altre associazioni consimili di volontariato.

Art. 20 – Rinvio

20.1 Per quanto non contemplato dal presente Statuto, si applicano le norme di Legge vigenti.

Art. 21 – Efficacia

21.1 Il presente Statuto, entra in vigore contestualmente all’approvazione da parte dell’Assemblea Straordinaria, allo scopo convocata.

Redatto dalla Commissione allo scopo costituita.

Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 15 giugno 2001.

Letto ed approvato dall’Assemblea Straordinaria del 23 giugno 2001.

Regolarmente registrato.

Torna all’inizio